I Corsi non cambiano la vita

I Corsi non cambiano la vita

In questi giorni con Piernando stiamo organizzando una 2 giorni di formazione.

Non sto neppure a scriverti i titoli di queste 2 giornate perché lo scopo di questo articolo non è venderti la formazione.

Ti scrivo per raccontarti cosa mi è accaduto, e mi ha fatto riflettere, mentre mi davo da fare per pubblicizzare il week end:

prima di ogni evento, inviamo a tutte le persone del nostro data base una mail che li informa dell’evento, dei osti e del luogo, ed utilizziamo anche facebook, con i post sulle nostre pagine ed anche inviando personalmente a molti contatti un breve messaggio per avvisarli dell’imminente corso.

Insomma, prima di quello che appare come un felice giorno d’aula, non ci si immagina che razza di meccanismo e quanta fatica ci sia nel realizzarlo.

Una delle persone a cui ho inviato il messaggio, mi ha risposto “Sono disoccupato, e non posso destinare i soldi per cose superflue. Oltretutto ho già fatto molti corsi e non mi hanno cambiato la vita”.

Grandissimo rispetto a questa risposta per tantissime ragioni. Innanzitutto perché mi ha risposto. La stragrande maggioranza delle persone non sai se è viva. Mi chiedono di tenerli informati sui corsi futuri e quando lo si fa non si ottiene alcun cenno di ricezione del messaggio.

Grande rispetto poi, perché una persona che si trova senza un posto di lavoro, ha delle esigenze primarie che deve considerare prioritarie. Ci sono i formatori che dicono “è proprio ora che devi spendere i tuoi soldi; per sapere come risolvere i tuoi problemi!” la più bella che ho sentito è “i tuoi problema sono i motivi per i quali devi fare il corso!”… belle frasi, ma non si può generalizzare. Ci sono gli scusoni e ci sono le ragioni oggettive. Se una persona non sa come arrivare a fine mese, è giusto che destini i suoi capitali a cibo e bollette, non al corso di chiunque esso sia. Mio personalissimo parere e non voglio offendere i colleghi formatori.

Rispetto infine per aver fatto sino ad oggi molti corsi. Così tanta gente non ha mai frequentato un’aula di crescita personale, che se solo una piccola parte iniziasse a partecipare, avremmo tutte le aule strapiene.

Ma allora perché scrivo questo articolo? Lo scrivo perché la frase conclusiva è stata “nessun corso mi ha mai cambiato la vita”. Qui è il punto! I corsi non hanno lo scopo di cambiare la vita. I corsi hanno lo scopo di fornire strumenti. Siamo poi noi a dover utilizzare gli strumenti. Siamo noi a dover cambiare la nostra vita. Altrimenti noi formatori faremmo i miracoli… si, in effetti qualcuno si sente un po’ Dio, ma la verità e che noi diamo la possibilità, attraverso il nostro know how, di arricchire la borsa degli attrezzi, attrezzi validi ed innovativi, che poi devono essere utilizzati.

Ciò che capita molte volte (e con questo non intendo dire che sia il caso della persona che mi ha risposto in questo modo), è che le persone vanno ai corsi per Ri-conoscere invece che per conoscere. Cosa significa? Significa che vanno in aula sperando di ascoltare che quello che fanno è perfetto così com’è, oppure che le azioni diverse da quelle che già attuano, in fondo sono simili e a ben guardare, possono essere adattate e quindi si può fare più o meno quello che si sta già facendo. Moltissimi distorcono le informazioni per renderle accettabili e assimilabili, non troppo differenti dalla quotidianità già in atto.

Non si va ai corsi in cerca del miracolo che in un batter d’occhio tramuta la zucca in carrozza. Se si va per questo si rimarrà sempre delusi ma la causa è l’aspettativa irreale.

Ecco cosa non funziona dei corsi. Non i corsi. Non le informazioni che vengono date. Non funziona il non applicare, ma questo dipende da ogni singolo partecipante. Non posso io andare a casa di ognuno e costringerlo ad utilizzare gli strumenti. E se hai “provato” e non ha funzionato, significa che lo hai fatto con poca determinazione, o che ti sei arreso troppo presto.

Solo il fare produce risultati. Il fare diversamente, se si vogliono risultati diversi.

Un sentito grazie, di nuovo, a chi mi ha permesso, attraverso la sua risposta, di aver lo spunto per affrontare questo argomento.

Fabio Salomoni

NLP Trainer
NLP Master Practitioner Hypnotist