La mission - Fabio Salomoni

Credo fermamente nel potere del racconto semplice di tematiche complesse perché tutti ne possano beneficiare.

La mission

 

Crediamo che la famiglia debba essere metaforicamente un porto, un luogo dove puoi rifugiarti e ritrovare serenità, tranquillità, dove recuperare le forze e avere sostegno.

Se la famiglia non è un luogo di armonia, comprensione e fiducia, difficile trovarvi la felicità e serenità necessaria per vivere bene.

La mia mission è aiutarti a cambiare le cose, quando da solo non ce la fai, e fare in modo che il tuo ambiente primario, famigliare o di coppia, sia una fonte di gioia e amore e non una frustrazione costante. Voglio essere al tuo fianco e offrirti la mia esperienza professionale fatta di ascolto, accudimento e metodo.

Da sognatore concreto e preparato, sono fermo nell’intento di portare con me chi decide di essere semplice-mente felice. Perché essere felice è una scelta responsabile e consapevole, è un passo fatto in una direzione che ne esclude altre, è una presa di posizione, un’espressione di volontà. Vivere o essere vissuti dagli eventi e dal modo in cui si affronta la quotidianità è una decisione personale che, nelle mie aule e nei nostri incontri, impareremo a fare insieme.

Ogni corso strutturato ha lo scopo di fornire gli strumenti necessari per raggiungere indipendenza e libertà attraverso ciò che di più antico e ancestrale possa risvegliare i nostri torpori: il gioco ed il divertimento. Io ci metterò il mio ingrediente piu prezioso: il PEPE ossia Passione, Entusiasmo, Preparazione ed Energia.

Può darsi che non siate responsabili per la situazione in cui vi trovate,

ma lo diventerete se non fate nulla per cambiarla.

 

(Martin Luther King)

La coppia, (r)esiste ancora?
Quella magia di destini che si incrociano, magari per caso, e stanno insieme per scelta;
quella decisione di crescere insieme nel rispetto dell’altro, dei propri ruoli, piaceri e  inclinazioni…`

La domanda, oggi, è più che mai lecita.
E la relazione con i nostri figli? In che stato è?

I dati statistici registrano purtroppo un andamento del quadro familiare attuale non proprio roseo:

Le unioni di lunga durata* sono in costante calo, affiancate da un aumento vertiginoso dei divorzi e separazioni.**

Tra i ragazzi, soprattutto nella fase dell’adolescenza, si registra una crescita importante di patologie, spesso legate all’uso degli smartphone, ma non solo.***

È come se non riuscissimo più a capirci, a spiegarci gli uni con gli altri. E dall’incomprensione familiare, nascono frustrazioni, aspettative e bisogni non soddisfatti che impediscono alla coppia o alla famiglia di creare i presupposti per una vita appagante. Una vita dove l’amore, la gioia e la forza delle relazioni creano quel clima sereno nel quale ci si sente bene. Insieme.

Da anni abbiamo acquisito le competenze necessarie per insegnare alle persone a trascorrere al meglio la realtà “famiglia” e la realtà “coppia”.

I nostri corsi hanno lo scopo di fornirti gli strumenti necessari per dare stabilità, vivacità, gioia al rapporto di coppia e offrire gli strumenti migliori a quei genitori che desiderano svolgere al meglio il proprio compito genitoriale di educazione e crescita. Per questo da molti anni organizziamo corsi di Crescita Personale e teniamo incontri di coaching famigliare.

Crediamo fermamente che la famiglia / coppia sia il terreno ideale per la trasmissione dei propri valori, la condivisione delle proprie convinzioni e la realizzazione dei propri sogni. Siamo convinti che sia possibile vivere un rapporto di coppia e con i propri figli, meraviglioso.

Noi offriamo una parte della soluzione. L’altra… sei TU.

 

FONTI

*l’ultimo rapporto dell’Istat rileva che negli ultimi 20 anni le unioni di lunga durata in Italia sono diminuite quasi di un quarto: la quota di separazioni relativa ai cosiddetti matrimoni di lunga durata (vale a dire quelli uguali o superiori a 17 anni) è passata dall’11,3 per cento del 1998 al 23,5 per cento registrata a fine 2017.

**Sul fronte delle separazioni si passa dalle 89.303 del 2014 a 91.706 del 2015 mentre per i divorzi l’aumento è decisamente più marcato: da 52.355 salgono a 82.469, un’impennata dovuta soprattutto all’entrata in vigore a metà 2015 del ‘divorzio breve’ . Nel 70% dei casi le coppie che si separano o che divorziano hanno figli. 

*** La Società Italiana di Medicina dell’Adolescenza (SIMA) stima che in Italia circa 300.000 ragazzi tra i 15 e i 17 anni soffrano di almeno una patologia cronica, che non viene adeguatamente curata probabilmente a causa di un minore monitoraggio da parte dei medici e delle famiglie dovuto all’indipendenza dell’individuo.

La solitudine degli adolescenti così iperconnessi eppure così isolati, non è mai stata così evidente: il 51% dei ragazzi tra i 15 e i 20 anni ha difficoltà a prendersi una pausa dalle nuove tecnologie tanto da arrivare a controllare in media lo smartphone 75 volte al giorno. Addirittura il 7% lo fa fino a 110 volte al giorno. È quanto emerge da un recente sondaggio online condotto dall’Associazione Di.Te. (Associazione Nazionale Dipendenze Tecnologiche, Gap e Cyberbullism) su un campione di 500 persone di età compresa tra i 15 e i 50 anni. Giovani 3.0 non riescono proprio a staccarsi da smartphone e altri device. In particolare, hanno ammesso di non riuscire a prendersi una pausa da questi dispositivi di almeno tre ore nel 79% dei casi. Il bisogno di controllare continuamente lo smartphone magari per chattare non li abbandona neppure di notte.

Non perdere tempo! Comincia oggi

a costruire il tuo nuovo percorso!

 

6 + 1 =