Spesso le donne che si rivolgono a me mi raccontano di incomprensibili fluttuazioni affettive del proprio partner che definisco sempre con ti ama ma ti allontana. È per questo che oggi ti parlo di un argomento che appartiene ai corsi più avanzati: il ciclo maschile.

Ancora una volta ti prego di leggere per conoscere e non per giudicare. Faccio questa premessa poiché ancor più di altre volte, se sei donna, la spiegazione del comportamento maschile ti sembrerà pura follia.

Gli uomini, anche se innamorati, all’improvviso si allontanano. Ti ama ma ti allontana. Capita spesso e non è un disinnamoramento nei tuoi confronti.

Purtroppo, quando avviene, la compagna interpreta questo atteggiamento secondo i propri parametri, pensando di aver sbagliato qualcosa, poiché nell’indole femminile ci si allontana solo se si viene ferite. “Se si allontana“, secondo i paramenti femminili, “è perché non mi ama più.

Ma Lui non è Lei.
Il comportamento di Lui non ha nulla a che vedere con il comportamento che avrebbe Lei.

Ci tengo a fare una doverosa precisazione: non hai alcune colpe per il suo comportamento.
Non hai fatto nulla di male. E ti ama ancora moltissimo.

Perché si comporta così?

L’uomo è mosso da due grandi forze:

  • Il bisogno di intimità, sesso, amore
  • Il bisogno di indipendenza e autonomia

Quando è totalmente immerso nell’amore, nel sesso, nell’intimità, sta bene e si sente appagato, ma dopo un po’ si sente soffocare, ha bisogno di indipendenza e autonomia. Quando ha soddisfatto il suo bisogno di solitudine, distanza, allontanamento, sente impetuoso il bisogno di riavere amore e intimità.

È un ciclo perpetuo che, in alcuni uomini è un impulso mite, mentre in altri ha una veemenza che, se non seguita, si trasforma in profonda insoddisfazione.

Io lo definisco il ciclo maschile.

È un ciclo di allontanamento e avvicinamento che crea propulsione nell’uomo.
Spesso lo paragono al cuore: sistole e diastole, in un pulsare vitale.

Le donne che non conoscono questo bisogno, rimangono sconcertate: tutto sta procedendo per il meglio e Lei è felice perché il suo uomo la ama e le dedica il suo affetto. Nulla andrà storto e fantastica su quando sia fortunata e meravigliosa la sua vita.

All’improvviso, Lui inizia a mostrare una certa freddezza, appare più distaccato, apparentemente si allontana, e la donna entra nel panico, cerca spiegazioni e la frase che continua a ripetersi è “ti ama ma ti allontana”. Non si capacita di tale cambiamento e si impegna il più possibile per mantenerlo vicino, vuole trattenerlo, impedendogli di allontanarsi.

Ti ama ma ti allontana: cosa fare e cosa evitare?

Prima cosa da evitare è considerarlo  inaffidabile, attaccarlo e accusarlo, e sfinirlo con le domande. Non è inaffidabile, inutile attaccarlo e, alle tue domande, non ha risposte.

Il suo comportamento, torno a ripeterlo, non è dettato da un’ostilità nei tuoi confronti e da un cambiamento dei suoi sentimenti verso di te.

Non è frutto di ragionamenti e decisioni ma di istinto.
Ad entrare in gioco sono le pulsioni più antiche e remote.

Più tu cerchi di impegnarti per trattenerlo e più Lui si allontanerà poiché non gli permetti di soddisfare il bisogno di autonomia.

Lei si abbatte perché teme che il compagno non la ami più. Lo accusa di non volerla o di volerla lasciare. Lui, che non ha queste intenzioni e non si rende conto di essersi allontanato, si sente ingiustamente sotto accusa, vorrebbe fuggire, vorrebbe trovarsi altrove, ed aumenta il suo desiderio di allontanamento. Talvolta, le pressioni di Lei portano il rapporto allo sfinimento e si concretizza proprio ciò che temeva: la coppia scoppi

Quando Lui ha soddisfatto il bisogno di solitudine, allontanamento, pace, ed inizia a riavvicinarsi, Lei si sente offesa perché si sente usata ed ha bisogno di spiegazioni, mostra tutta la sua rabbia, non si fida più di Lui e non accetta di buon grado il suo riavvicinamento.

Lui torna con un grosso carico di amore ed energia da riversare sulla partner, ma Lei lo respinge… e Lui si arrabbia. Non capisce il comportamento della compagna, non sa di averla offesa, di averla fatta soffrire con il proprio atteggiamento.

Cosa sarebbe meglio fare? Accetta il suo momento di bisogno d’allontanamento, anzi assecondalo, inviagli messaggi di accettazione e fiducia. Lasciagli i suoi spazi. Allontanati anche tu, non corrergli dietro.
Scoprirai che il suo periodo avrà un termine e presto gli tornerà il desiderio di riavvicinamento.

Se veramente non ti ama più?

Se quanto sta avvenendo all’interno della vostra coppia non fosse dovuto al normale ciclo maschile di possesso e indipendenza, e se fosse un reale caso di disinnamoramento, non è con la costrizione, non è obbligandolo o facendo pressione che lo riavrai accanto a te con gioia e amore.

Il suo allontanarsi ti ha ferita? È più che comprensibile, umano e lecito.
Probabilmente ti sei chiesta: “Come può Lui, credere che non sia accaduto niente e che possa tornare soprassedere a questo periodo?”

Hai ragione; dal tuo punto di vista hai ragione, ma per lui è così. Ritiene di non aver fatto nulla di strano, come non è strano se all’estate fa seguito l’autunno e dopo l’inverno torna la primavera e di nuovo l’estate. Non puoi maledire il pianeta se esistono le stagioni perché fa parte della natura e, quanto ti ho descritto, fa parte della natura maschile.

Per Lui è normalità e riprenderebbe tranquillamente il rapporto di coppia dalla condizione dove lo aveva lasciato prima di essere più freddo e distaccato.

È un po’ come quando Lei è irritabile sotto l’influsso degli sbalzi ormonali. Ha reazioni improvvise e veementi, ma poi tutto torna come se nulla fosse perché fa parte della normalità.
Lui deve accettarlo perché è un dato di fatto naturale.

Basta saperlo. 

Ti ama ma ti allontana. Lui può comportarsi diversamente?

Lui potrebbe comportarsi diversamente? Certo. Potrebbe costringersi. Per amore della propria partner potrebbe contenere il suo istinto, ma per farlo dovrebbe rendersi conto di ciò che sta facendo e, il più delle volte, non avviene. L’uomo tende ad avere una minore capacità di consapevolezza.

Un cambiamento è all’orizzonte.
In questa epoca, con lo scambio di ruoli che sta avvenendo sempre più spesso nella nostra società, molte donne mi raccontano di provare questo stesso bisogno di avvicinamento e fuga. Comportamenti dovuti dallo sconforto di questa fase della relazione, in cui lui ti ama, ma ti allontana.

Ovviamente, il più delle volte, il loro Lui tende ad avere un atteggiamento “femminile” e va in paranoia perché crede di aver sbagliato qualcosa nel loro rapporto, che lei non lo ami più, che voglia allontanarsi e lasciarlo… etc etc. Parti invertite.

Certo, può avvenire, ma ancestralmente è un bisogno ed atteggiamento.

Come sempre, non è né giusto né sbagliato, semplicemente è così.
Come riuscire a vivere bene queste situazioni? Contattami e troviamo la strategia più adatta per te e per aiutare la tua coppia.



Fabio Salomoni




Sei una donna e vuoi approfondire
le tematiche di Fabio Salomoni?
Fai richiesta di iscrizione al gruppo chiuso


Facebook - Fabio Salomoni - Clicca qui!